Io, l’investigatore solenne delle cose futili che sarei capace di andare a vivere in Siberia solo perché non ne sopporto l’idea.

Pessoa

Lucio Giuliodori

"L’anelito, congenito, al superare, al cambiare, al trasmutare o in sostanza all’evolvere (questo il senso di ogni vera Via spirituale del resto), marca e definisce il periplo di quel sentiero iniziatico che tetragono deflagra sin dagli anni giovanili, nei quali proprio un intento astratto, sul piano umano e intellettuale, asseverato dall’assenza di limiti svettanti in limine al Dadaismo, plasma il corifeo di una messe di superamenti interiori, che concretandosi vicendevolmente danno corpo a un’ontologia dell’oltre, incessante e impetuosa, placatasi solo alle soglie del suicidio".


Questo studio vuole evidenziare come Evola, trascendendo il Dadaismo, abbia generato un processo di liberazione estrema e massima astrazione umana e intellettuale, a partire dalla quale ha preso corpo la sua intera Weltanschauung. Il saggio mostra la nascita, lo sviluppo e il trionfo, attraverso la sua negazione, di un percorso che è al contempo artistico, filosofico e iniziatico.





Il processo della creazione e quello con cui mediante l’Arte, l’uomo reintegra se stesso hanno una stessa via ed hanno uno stesso significato.

Julius Evola






Il libro è disponibile sia in versione cartacea che Kindle. E' ordinabile su Amzon a questo LINK.